mercoledì 31 ottobre 2007

This is Halloween



Oggi è Halloween perciò vi propongo questo video tratto dal bel film di Tim Burton "Nightmare before Christmas".

Sfatiamo la credenza che si tratti di una festa americana. In un certo senso per noi si tratta di una festa di "ritorno".

Furono i Celti a diffonderla in Europa intorno al 2300 a.C.. Festeggiavano la fine dell'estate con la festa di Samhain, il loro capodanno.

Per i Celti, che erano un popolo dedito all’agricoltura e alla pastorizia, la ricorrenza che segnava la fine dei raccolti e l’inizio dell’inverno assumeva una rilevanza particolare in quanto la vita cambiava radicalmente: i greggi venivano riportati dai verdi pascoli estivi, e le persone si chiudevano nelle loro case per trascorrere al caldo le lunghe e fredde notti invernali passando il tempo a raccontare storie e a fare lavori di artigianato.

Nella dimensione circolare del tempo, caratteristica della cultura celtica, Samhain si trovava in un punto fuori dalla dimensione temporale, che non apparteneva né all'anno vecchio e neppure al nuovo: in quel momento il velo che divideva dalla terra dei morti si assottigliava ed i vivi potevano accedervi.

I celti non temevano i propri morti e lasciavano per loro del cibo sulla tavola in segno di accoglienza per quanti facessero visita ai vivi.
Oltre a non temere gli spiriti dei defunti, i Celti non credevano nei demoni quanto piuttosto nelle fate e negli elfi, entrambe creature considerate però pericolose: le prime per un supposto risentimento verso gli esseri umani; i secondi per le estreme differenze che intercorrevano appunto rispetto all'uomo. Secondo la leggenda, nella notte di Samhain questi esseri erano soliti fare scherzi anche pericolosi agli uomini e questo ha portato alla nascita e al perpetuarsi di molte altre storie terrificanti.

Non mi sarebbe mai venuto in mente di festeggiare Halloween se non avessi avuto una figlia. Non era nella mia cultura e non apparteneva alla mia infanzia. Per lei, che cresce in questo tempo globalizzato, è diverso. Così stasera avrò a cena le sue amichette travestite da streghe e noi ci intratterremo con i loro genitori.
Il menu comprenderà: bavette alla crema di zucca e salsiccia (un esperimento, vi saprò dire), arrosto di maiale con prugne e mele, formaggi pecorini misti serviti con salse alla frutta, e, per chiudere, biscotti a forma di streghe, gatti, fantasmi, pipistrelli e lapidi, preparati ieri sera insieme prima di andare a letto...E' d'obbligo l'abito nero! In fondo mi diverto da matti anch'io, ed essendo nata proprio in un giorno di fine ottobre alberga in me un animo ombroso e inquieto.
Buona notte delle streghe!

6 commenti:

dioniso ha detto...

Anch'io nutro una primordiale allergia nei confronti di Halloween. Ma credo che ormai l'assimilazione sia inelttabile.

La tua cena sembra moooolto interessante e divertente.
Stavolta sono io ad essere invidioso. Mi incuriosiscono in particolar modo le bavette alla crema di zucca e salsiccia . Ci dai la ricetta?

Saluti

Eva kant ha detto...

Ciao Stregazelda,
mi è piaciuto molto il tuo post e le notizie che dai su Halloween, che non conoscevo. Pensavo che fosse un'americanata, e invece...alcune tradizioni dei celti le potremmo riscoprire, come per esempio stare in casa con le giornate buie, a dedicarsi a cose piacevoli e calde...!
buona giornata

Stregazelda ha detto...

dioniso,
mi scuso per il ritardo ma mi sono concessa quattro giorni di totale relax lontano da pc e simili...la cena era buona e le bavette hanno avuto successo. Ecco la ricetta:

Bavette alla crema di zucca e salsiccia

Ingredienti: (per 4)
zucca non decorticata g 600 - bavette g 320 - salsiccia g 200 - mezza cipolla - Parmigiano Reggiano - olio d'oliva sale - pepe

Pulite la zucca, poi tagliatela a dadini. Tritate finemente la cipolla, quindi fatela appassire in una padella con 2 cucchiaiate d'olio. Unite i dadini di zucca, salateli, pepateli e fateli cuocere, coperti, finché saranno morbidi (circa 10'). Tagliate intanto a tocchi la salsiccia e fatela saltare in una padella a parte. Scaldate l'acqua per la pasta, salatela al bollore e cuocetevi le bavette. Schiacciate con un cucchiaio di legno la zucca giunta a cottura. Scolate la pasta e mescolatela alla salsina così ottenuta, ancora nella padella. Aggiungete i pezzetti di salsiccia, mescolate e mantecate il tutto con 4 cucchiaiate di Parmigiano Reggiano. Trasferite la pasta in un piatto scaldato e servitela immediatamente.

(Consiglio un pò più di parmigiano che amalgama bene il tutto che altrimenti risulterebbe poco corposo).

Si accettano suggerimenti e migliorie!
Buon appetito!!

Stregazelda ha detto...

eva kant
adoro l'autunno proprio perché finalmente si può stare in casa senza farsi venire troppi sensi di colpa...perché hai fatto caso che in quest'epoca tutti corrono, tutti si affannano a trovare comunque qualcosa da fare anche quando non sarebbe necessario? Per non parlare di quelli che hanno figli e che devono tenerli occupati con qualche attività!!! Non mi stancherò mai di sottolineare l'importanza delle cose semplici, delle giornate passate in casa a leggere, a giocare, a stare insieme e parlarsi (quanto valore in più per i nostri figli!).
Vedo però con piacere che non sono sola...Buona giornata!

dioniso ha detto...

Grazie per la ricetta e buona notte.

Eugenio ha detto...

Nemmeno io amo Halloween, nè l'ho mai festeggiata. Spero che Giuseppe non mi costringerà a farlo in futuro, perché se così fosse dovrò affrontare una lunga ricerca per dimostrare qualcosa che ho letto tempo fa da qualche parte: cioè che la festa di Halloween ha lontanissime origini calabresi. Dalla Calabria sarebbe arrivata presso i Celti e successivamente negli Stati Uniti.